Il Circolo Vizioso o Virtuoso del Denaro

 

 

 

 

 

 

 

 

Da cosa si parte per affrontare allora il proprio problema con i soldi?

Come avete appena visto nell’Articolo Il Versante denaro, da un nuovo Circolo Virtuoso che inizi a far girare la nostra vita:

 

A. Prima di tutto da immagini interne diverse, completamente nuove, ma semplici e naturali, che mi portino benessere a prescindere dal livello di debiti e di incapacità che sento da una vita, affinché mi cambino una buona volta le emozioni / motivazioni / priorità. Se non cambio questo, semplicemente non mi vedo in altro modo e non mi do altre possibilità di soluzione.

 

B. Da queste immagini interne completamente nuove parte finalmente la rinuncia a perseguire qualcosa che comunque continueremo a sentire, ma potremo non agire più perché abbiamo individuato le strade viziose, negative, per noi.

 

C. E tutto fiorisce in una semplice scelta (molto più consapevole!) di un’azione (nuova) piuttosto che un’altra (vecchia). Non facile all’inizio, come un solco inesplorato (neuronale) contro antichissime proibizioni (Non puoi! Non farlo! Non vali! Non è possibile! E’ sempre difficile!…). Ma adesso so cosa sto facendo.

 

D. Queste scelte rivalutano allora me stesso/a partendo dai dati di realtà: devo ammettere che effettivamente sta cambiando qualcosa, entra più denaro o ne disperdo meno con questo nuovo atteggiamento…
Ciò alimenta una prospettiva di valore:

“Io devo valere per forza e bastarmi e avanzarmi,
altrimenti perché qualcosa -il denaro-
o qualcuno, l’Amore Maiuscolo,
dovrebbe venire da me?”.

A questo punto, il tema è non aspettarsi di cambiare in poche settimane o pochi mesi, e mantenere la rotta nonostante gli agguati delle vecchie abitudini, sempre pronte a ripresentarsi.

Da qui si rafforzano le immagini del punto A. che instaurano un vero e proprio circolo virtuoso, inserendo energia ed emozione in ciascuno di questi passi.

Proprio per rafforzare questo circolo virtuoso si effettua nei gruppi di terapia la serie di esercizi, esperienze, prese di coscienza che vengono qui riportate e che vi proponiamo di effettuare anche solo come piccola consapevolezza.

 

7) Ad esempio, in un’altra esperienza, già raccontata altrove si chiede: “Chi ha problemi di denaro e vuole dirli davanti a tutti?”.
(In questo caso, scrivili dettagliatamente, come per spiegarli ad una platea, poi rileggili con l’ausilio di qualcuno e vedi le incongruenze, le ripetizioni, il vero problema dietro questa difficoltà: non farcela mai? Non credere in se stessi? Non meritare nulla se non ad altissimo prezzo? Cos’altro?).

Stai notando cosa provi ad immedesimarti nel dire davanti ad altri o anche soltanto ad amici, “i miei problemi di denaro sono…?”. Percepisci l’irritazione, la vergogna, l’inadeguatezza? E’ invariabile e necessaria. Se non vogliamo affrontare questo fastidio, che sappiamo essere alla base del problema, come può il problema risolversi da solo?

(gli esercizi precedenti, dall’1) all’6) si possono trovare nell’articolo Il Versante Denaro)

 

Oppure ancora:

8 ) In un altra prospettiva, il terapeuta si pone di fronte alla persona e le descrive un’immagine figurata:
“io sono il vento che entra dalla finestra, o un altro fenomeno della natura, come appunto può essere il denaro… ora cosa senti se io arrivo da te in grandi quantità….?

Le risposte di solito sono:

  • “Mi fa piacere, ma non mi aspetto che accada”
  • “Non mi sento degno”
  • “Non credo di essere capace di gestirti”
  • Ecc. (provate a scrivere le vostre impressioni).
  • ________________________________________________________________________
  • ________________________________________________________________________
  • ________________________________________________________________________
  • ________________________________________________________________________
  • “Ti è chiaro -concludo- perché allora io non arriverò, andrò da un’altra parte, o mi farò cogliere da te solo in parte? Senti -emotivamente- che non resterò a lungo in una situazione in cui tu ti metti in agitazione? Perché metti in agitazione anche me. E io posso essere qualsiasi fenomeno, dall’Amore al Denaro”.

 

 

9) Rileggiamo le nostre risposte alle domande e alle sollecitazioni sul denaro fin qui riportate, dall’1) all’8) poi individuiamo le possibili azioni da compiere fin da domani.

Una volta riletti e decisi i passi da compiere, ci si mette comodi e si effettua la seguente fantasia guidata:

“Si chiudono gli occhi, ci si predispone in una posizione rilassata e ci si immagina alle prese con questa nuova scelta sul denaro, di percorrere strade vecchie in modo rivoluzionario per noi, accompagnati dalle persone che sentiamo vicine, oltremodo positive per noi, come una sorta di nuova famiglia, mentre materialmente gli altri ci sostengano la schiena con le mani piene di calore e affetto”.

Serve ad evitare vecchie volontà e determinazioni inefficaci e che ci stancano:  immedesimarci nelle situazioni di agio ci riporta al punto A. e rafforza il circolo virtuoso.

E allora può capitare un’emozione inedita, una realizzazione di sé dall’altra parte del fosso-denaro, in modo pieno di respiro, emozione e a volte, pianto liberatorio.

 

Se vuoi affrontare una volta per tutte il tuo problema col denaro:

Check-List Azioni Risolutive sul Denaro

Info sul prossimo incontro Bioenergetica e Denaro

 

Continua la lettura:

Il Versante Denaro

Il Disperato Caso della Spesa e Altre Mancanze di Denaro

Nessun Prezzo da Pagare

Due Prezzi da Non Pagare Più

Io Creo o Consumo?

La Dispersione del Consumista

Di Come la Bioenergetica Crei Energia e Denaro

Bioenergetica e Denaro

Debiti Buoni, Debiti Cattivi e altri Casi da Risolvere Dentro di Sé

Abbondanza e Prosperità – Vivere Senza Fatica Si Può?

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.