Sostituire il Tema Irrisolto con lo Scopo Primario.

Alcuni esempi di Tema o di Karma isrrisolto della nostra vita a volte balzano immediatamente agli occhi:

 

ESEMPI DI TEMA (DIFESA/KARMA/ COPIONE)
RIPETITIVO IRRISOLTO

Farcela: “Farcela ad ogni costo, sempre con la sensazione di riuscirci a stento, di non farcela mai davvero”
Prestazione: “Dover fare benissimo ogni cosa e stare in ansia per questo”
Falso Sé: “Evitare la sottile, terribile, sensazione di sentirmi indegno”

Riconoscimento: “Sentire costantemente il bisogno di riconoscimento, senza ottenerlo mai”
Mancanza: “Trovare l’amore che cerco da una vita, ritrovandomi perennemente solo”
Simbiosi: “Ottenere l’approvazione degli altri, ritrovandomi sempre condizionato”
Rigidità: “Non essere mai prigioniero, sentirmi insofferente a qualsiasi condizionamento”
Difesa: “Dover essere ogni volta rassicurato che dentro di me non ci sia niente che non vada come invece io credo da sempre”
Isolamento: “Schivare ogni giorno le “rotture” che le relazioni comportano, cercando in ogni momento di farmi i fatti miei, prigioniero però di una vita vuota e senza relazioni”
Fragilità: “Sopravvivere alla paura o ansia o angoscia di una marea di insicurezze, ripetitive”
Non Sentire: “Avere successo e affermazione a qualsiasi costo, senza tuttavia potermelo mai godere davvero”.
Identità: “Non sapere mai chi sono davvero e che cosa voglio, facendo scelte casuali o obbligate; non so mai perché le faccio”
Sottomissione: “Sentirmi sempre sacrificato, sempre dopo gli altri: se faccio qualcosa per me, qualcuno, o qualcosa, dentro di me, si arrabbia terribilmente.

 

Queste alcune delle dichiarazioni a cui assistiamo.

 

Come si vede il Tema Irrisolto della Propria Vita si riconosce da questa dinamica:

 

  1. Sentirsi su binari obbligati, come se la nostra vita fosse altro da noi…
  2. per NON sentire “l’altra verità”, quella sottostante…
  3. senza riuscire mai veramente a raggiungere qualcosa di significativo.

 

In questo senso, il Tema che sembra dominare la nostra vita in modo irrisolto e perenne è comunque uno Scopo Primario. 

Solo che ha la particolarità di non essere consapevole e manifestarsi come un blocco, una condizione imprescindibile, condizionante. Vale a dire, in negativo, non in positivo.

 

Quando ne siamo consapevoli, possiamo finalmente dedicarci a ciò che ci accende come un fine, pulito, importante, che ci realizzi fino in fondo.

 

 

Il Tema o Copione o Karma è di solito di tre tipi:

Esistenziale                             Relazionale                             Espressivo

 

Esiste un test che facciamo compilare ai miei clienti che misura proprio questo, secondo 15 item + 5.

 

E traccia un quadro preciso dei temi ripetitivi che ci bloccano sempre nella “stessa canzone”.

  1. “Ça arrive” poiché il Tema, il ” Problema”, ha sempre a che fare con le proprie tendenze caratteriali irrisolte.
  2. È il contrario della propria ferita. Vale a dire che si oppone alla ferita per non sentirla più.
  3. Tuttavia, in realtà, proprio per questa negazione-opposizione innaturale, non la risolve mai davvero…
  4. …bensì la conferma e rafforza i problemi ricorrenti.
  5. Ha qualcosa in sospeso, non univoco, ambivalente, inconsapevole.
  6. Ritorna sempre sugli stessi punti.
  7. Fino a che non si comprenda che cosa si stia facendo in realtà e perché.
  8. E solo a quel punto allora si può passare ad un livello diverso di consapevolezza
  9. Per stare finalmente meglio, uscendo dalle spire del tema obbligato.

 

E si scatena una liberazione vera e propria, come se suonasse l’ultima campanella della Scuola della Vita e fossimo finalmente Diplomati in Consapevolezza e Autonomia.

La gioia nel correre fuori è incommensurabile.

 

Di che cosa sia la Ferita Caratteriale e di come riguardi CIASCUNO DI NOI NESSUNO ESCLUSO, ne abbiamo parlato diffusamente ne La Ferita è Un Dono (e annessi e connessi). 

 

Se volete, basta una mail a info@analisibioenergetica.com con la richiesta di invio dei 2 Test per comprendere le proprie dinamiche in questo senso.

 

Poi si può prenotare anche 1 solo incontro per analizzarne insieme i risultati. Come vedete, non sempre è necessario sottoporsi a terapie di anni e anni per iniziare a fare qualcosa su di sé.

 

Fatto sta che lo Scopo Primario che sentiamo infatti a quel punto è tutt’altra storia:

 

ESEMPI DI SCOPO PRIMARIO

Aiutare gli altri a

Vai all’articolo successivo:

Esempi di Scopi Primari

 

Dedicarsi allo Scopo Primario è Scegliere Tutt’Altra Vita

 

Torna a La Vita Intensa, inizio degli articoli qui collegati.

 

 

Torna a Scopo Primario: Riepilogo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.