Uno Scopo Primario: La Ri-Accensione delle Cellule

Recentemente, una persona a me cara si è ammalata di tumore e si è sottoposta a tutta l’angosciosa trafila dell’operazione e della chemio, dalla quale è uscita per fortuna senza ulteriori “filiazioni maligne”. Così le chiamava lei, respirando ansia.

 

Una mattina è scomparsa e per un paio di settimane non l’ho più vista. Sapevo che stava bene e quindi ho pensato ad un calo di umore per la presa di coscienza: che pericolo ho scampato…

 

L’ho rivista invece raggiante: un annuncio, trovato per strada, le ha riaperto l’accensione di tutte le sue cellule. Un corso per educatrice d’infanzia, per fare la baby sitter o maestra d’asilo che dir si voglia, in inglese, per una società che affitta questo tipo di professionalità, a giornata, a settimana, e le permette, fin da subito, di fare tirocinio presso asili nido, hotel e privati, e di lavorare a chiamata, quando c’è esigenza di questo servizio.

 

Io cammino spesso accanto a questa persona. E so cosa vuol dire sentirla accesa, dopo una mattinata passata con i bambini e com’era spenta invece prima, non solo durante la malattia. Mentale, rimuginante, “doverosa”.

E’ un piacere averla accanto, ora: ha “il vento nei reni”, si muove quasi non toccando terra. Tra l’altro questa attività le permette di vedere ambienti diversi, fare paragoni tra educatrici e filosofie di accudimento diverse (“ma tu guarda questi, rispetto a quegli altri…!”), non essere troppo impegnata e continuare a fare la mamma almeno quanto basta, dei figli ormai adolescenti.

 

Paolo Sorrentino ha dichiarato tempo fa che uno delle preoccupazioni sue -e di tutti i genitori di figli adolescenti- è di diventare trasparenti agli occhi dei figli.

Il tumore che la mia amica aveva scoperto era al seno. Non ha alcuna relazione con questo stato d’animo? Forse no, ma ci piace credere di sì.

 

Ed è un ottimo esempio di che cosa significhi Scopo Primario. E di come trovarlo, respirarlo ed entusiasmarsi solo per questo. Di come accendersi accendendo tutte le cellule per qualcosa che ci trascina. Tutto qui.

 

 

Torna a Scopo Primario: Riepilogo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*