Evoluzione Sostenibile: Un Altro Motivo per la Bioenergetica in Viaggio

E va bene, c’è un altro motivo per cui vale la pena organizzare la bioenergetica in viaggio.

Perché noi esseri umani non realizziamo i nostri sogni come vorremmo. Li coltiviamo, costantemente e in segreto, ma restiamo anni a coltivare.

Allora, abbiamo bisogno di non poterci più tirare indietro.

E’ l’atmosfera della gite in pulmann del liceo, quello di cui abbiamo bisogno.

Quelle situazioni dove non possiamo più dire di no.
In cui l’amica ci chiama ad un’esperienza già bell’apparecchiata e ci dice:

“se non vieni stavolta ti vengo a prendere a casa, ti picchio, ti drogo e ti faccio svegliare all’arrivo”.

E’ il clima delle sessioni di un’attività conosciuta, per noi la bioenergetica, della solidarietà che si crea in un gruppo dove si coltivano corpo e connessione con le emozioni, che accompagna e fa decidere le persone a fare il passo.

Sembra un po’ riduttivo dirlo, ma noi abbiamo bisogno dell’iniziativa di qualcuno che provveda, protegga, e organizzi, per poter dire: beh, stavolta non posso proprio non esserci.

E a volte, a motivarci, è più il rimorso che avremmo a sentirci tagliati fuori che tutto il resto.

Che strani esseri curiosi che siamo, no?

Eppure, sapete quante persone viaggiano in gruppo altrimenti non viaggiano proprio?

E se non hanno amici a portata di mano, vanno con l’oratorio o le associazioni, dal Cai a Italia-Cuba.

 

Siamo anime nella corrente, imperfette e adorabili così.
Abbiamo bisogno che il viaggio sia già lì e che conosciamo già l’atmosfera e cosa aspetttarci, e ne abbiamo fiducia.

Ci sono già gli amici che partono e la sicurezza che l’esperienza sarà intensa e ci faremo altri amici.

E noi lì allo specchio a dirci:

Che cosa vuoi di più?

Vuoi rimandare ancora!?

 

Riepilogo Viaggi Bioenergetici

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*