Che Cosa Funziona per Uscire dal Disagio

Questo Articolo è la continuazione di: Sintomo Chiama Disagio. Rispondete.

Se leggete i libri di Joe Dispenza, narrano casi concreti di persone che si erano ammalate e livelli gravi davvero per poi risorgere.

Nelle opere di Dawson Church ci sono invece tutti i motivi e modi per produrre da soli gli ormoni delle sostanze di cui gli individui si drogano da secoli.

Sono entrambi autori del filone legato alla fisica quantistica applicata al benessere.

Ma l’essere umano medio non riesce più nemmeno a leggere la lista della spesa, pertanto difficilmente potrà mai riuscire a leggere addirittura due libri e appassionarsi. Per questo occorre considerare come siamo messi nel momento in cui affrontiamo davvero il nostro personale malessere. Intontiti e per lo più incapaci.

Per questo l’omologazione, l’analfabetizzazione di ritorno, l’iper semplificazione, la dipendenza totale dai social e dagli schermi, e l’ansia che ne deriva, così endemiche, diffuse e accettate passivamente, sono una piaga sociale e sanitaria italiana. Perché spingono a far fiorire i sintomi senza far niente se non medicalizzare e ospedalizzare.

Eppure, molti sono gli studiosi che nel corpo e nelle emozioni rimosse hanno trovato la strada da indicare per recuperare completamente la propria energia. Nelle meditazioni. Nelle esperienze di auto guarigione e di recupero del proprio modo profondo di essere.

Deepak Chopra è uno dei più luminosi.

Già solo due suoi libri, Abbondanza e le Sette Leggi Universali del Successo, vi possono aiutare a fare una virata notevole alla vostra deriva in mare aperto.

Un mio cliente che oscilla tra periodi di pensieri molto cupi e stagioni di resurrezione letterale, dimostrandosi proprio come due persone diverse, ha sviluppato recentemente un disturbo che rischia di rivelarsi cronico, le emorroidi, le quali sono diventate un’ossessione che secondo lui gli causerà il problema di non potersi più nemmeno sedere. Ma siamo lontanissimi da questa ipotesi, mentre lui già si vede condannato a vita, perché così si vuole decisamente vedere e lo sa benissimo. E ci prova un evidente piacere auto punitivo a sentire la propria condanna interiore ad una vita di emme, concretizzata finalmente in un sintomo di emme.

Da qui a capire che ha avuto bisogno di alimentare questo disturbo per tornare all’ansia per lui normale, è stato un attimo.

E’ solo la sua tendenza caratteriale a voler attrarre una malattia.

Lo sa e ne parla con rassegnazione.

E non è triste tutto questo?

La verità è che c’è un mondo fuori dai nostri disturbi.

La fine della paura esiste e quando la si percepisce è come se solo in quel momento si cominciasse a vivere sul serio. Lo abbiamo scritto nell’articolo dedicato, La Fine della Paura e nella serie di punti collegati.

Fateci qualcosa allora. Credeteci. Chiamate per farvi aiutare. Non chiamate ovviamente solo noi, basta che vi facciate aiutare. E che ci crediate sempre. Perché star bene, totalmente bene, è molto più facile e naturale e di diritto, che continuare a far finta di lottare contro i propri fantasmi, che sappiamo benissimo che non esistono.

Ed è molto più vero che sentirsi ripetere dentro di sé ossessioni senza senso.

Le illuminazioni della terapia ti fanno passare i sintomi di decenni in un istante.

E si ripercorre tutta la scala al contrario.

    • Disagio

    • Sintomo

    • Cronicizzazione

    • Esistenza Compromessa.

Dall’Esistenza compromessa si ritorna a scovare il momento e i modi della Cronicizzazione.

Per analizzare ogni piccolo Sintomo e trovare perché perché proprio quel sintomo ci sia capitato.
E quali pensieri di disagio accompagna e giustifica a se stessi.
Sintomo chiama disagio. Rispondete.

E lui risponde, si manifesta e si svela. Perché non vedeva l’ora.

E una volta che abbiamo chiaro il disagio, come sa ormai chi frequenta questa note, ci si inizia ad occupare di uno scenario completamente diverso, come i 5 Segreti del Benessere o la Trasformazione del Carattere.
Per dire ciao ciao al mondo del malessere una volta per tutte.

vai a : La Quarta Accettazione.

Torna a: Sintomo Chiama Disagio. Rispondete.

Vuoi commentare l’articolo?
Dare la tua testimonianza?
Potrebbe essere utile a chi legge! Trovi il box in fondo.

Oppure inviaci un messaggio con la tua richiesta all’indirizzo:

marco.digiovanni@analisibioenergetica.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.