Leggerezza Profonda: 28. E’ calda o Fredda la Mia Energia?

La luce è ciò che vi guida a casa, il calore è quello che vi tiene lì.

Ellie Rodriguez

 

 

 

C’è un fenomeno sotto gli occhi di tutti, ogni santa mattina:

 

Accade solo ciò in cui metto tutto me stesso. Se no, non accade un bel niente.

 

E’ la Legge dell’Intensità con cui ormai stiamo familiarizzando in queste note.

 

Ma “come” ci mettiamo tutto noi stessi?

Infatti, di questa intensità e dei suoi perché, ne abbiamo già spiegato gli infiniti motivi.

Solo che si può “spingere” sulle cose e sulle persone, investire e raggiungere qualsiasi cosa, in 2 modi:

 

a. Spinti da un’Energia Calda, Emotiva
Fatta da entusiasmi, verità, passioni, intense emozioni, scopi profondi, innamoramenti, piaceri, coinvolgimenti, espressioni di sé, scoperte, incontri, sinergie, momenti toccanti, avventure interiori…

 

… oppure:

 

b. Spinti da una Energia Fredda, Mentale
alimentata da senso del dovere, valori, responsabilità, ragionamenti, logica, pensieri ricorrenti, orgoglio, sfida, condizionamenti, atteggiamenti caratteriali, automatismi, sistemi e organizzazioni complesse di regole e di scopi.

 

Quanto più scelgo le mie abitudini e inizio a strutturare i miei interessi e azioni specifiche, ogni giorno,
in senso caldo, emotivo e presente, tanto più starò meglio.

E’ il principio di ogni benessere.

 

Le sessioni settimanali di Bioenergetica funzionano proprio in questo modo.

Ci riportano a far uscire fuori, alla consapevolezza, quello che c’è dentro.

L’istruzione di stare in ascolto è emblematica in questo senso:

“Chiediamoci: se questo esercizio durasse ore… che cosa ci lascerebbe? Noia? Rabbia? Abbattimento? Fatica? Crollo? Indifferenza? Ecco, questo è ciò che caratterizza nel profondo la nostra energia oggi. E possiamo solo accettarla e farla manifestare. Con l’ascolto, appunto”.

 

E subito dopo, la si può pulire, indirizzare, rendere più entusiasta, vitale, rigenerante, calda, appunto.

Lo abbiamo già detto nei passaggi relativi alla 5^ legge della Trasformazione del Carattere, sull’Emozione Corporea.

Questa ‘pulizia’ quotidiana della nostra energia è fondamentale per il benessere:

posso solo imparare a sintonizzarmi sul corpo e le emozioni.

 

Ma più ancora:
posso apprendere a farlo attraverso la versione migliore di me

 

…che è appunto la più calda possibile, vale a dire pulsante, emotiva, intensa e leggera insieme, in apertura e ascolto continuo della verità profonda.

E, cosa ancora più bella, questa versione di me è quella più facile e da naturale da mettere in moto ed è ciò che mi fa sentire più vivo.

 

E scopre livelli successivi sempre più sintonizzati e puliti di esistere e manifestarsi.

Per questo la pratica degli esercizi bioenergetici è a tutti gli effetti una ri-evoluzione terapeutica vera e propria.

In questo senso, le 5 Rivoluzioni Bioenergetiche, che corrispondono alle 5 Leggi della Trasformazione del Carattere, sono la miglior ricetta per il benessere che abbiamo mai trovato.

 

Immaginate infatti il corpo e la pratica degli esercizi al centro dello schema:

 

Accettazione incondizionata                                                         Leggerezza Profonda

 

                                                                       Pratica Corporea

 

Visione Radicata                                                                                Evoluzione Sostenibile

 

 

E immaginate che ciascuno dei quattro vertici converga verso il centro, il corpo appunto.

E quindi, da questo centro si ri-espanda verso l’accettazione e gli altri punti, ri-alimentandoli…

 

La sintesi vitale, la trasformazione intima che si percepisce, ci rende consapevoli di star ricevendo un dono vero e proprio, dove tutto quadra.

Ed è sufficiente una sessione settimanale di esercizi!

“Non ci posso credere!”, ha esclamato Giovedì scorso un partecipante.

 

Pratico infatti, da un lato, l’accettazione e l’intensità come filosofia di vita, con tutte le esperienze simboliche e introspettive che abbiamo riportato…

… e poi la ritrovo negli esercizi bioenergetici, per i quali basta una sessione di 1 ora e mezza alla settimana.

 

Mi rendo così benissimo conto che -stare nei piegamenti bioenergetici- mi fa accettare ancora di più e sentire che ho investito in misura molto maggiore rispetto all’andare semplicemente in palestra.

Scopro in questo modo il filo rosso che unisce l’accettazione alla leggerezza profonda. Perché è proprio più leggero e profondo insieme che mi sento, al termine della sessione.

E da qui la scoperta che posso creare la mia evoluzione sostenibile e poter così cambiare la visione radicata di me.

Wow! E solo con una sessione di esercizi settimanali?

No, con molto di più: la scoperta di una strada luminosa per una piccola felicità.

 

 

Per questo, ogni mattina, si può:

 

1) Iniziare la giornata col Fare Appello all’Energia Calda, Emotiva oppure Fredda, Mentale.

E un attimo dopo, altre scelte che possiamo compiere ogni giorno:

 

2) Voglio affrontare tutto in riserva, trattenuto? / Oppure aperto e con tutto me stesso? Allora, quali scelte oggi mi fanno chiudere e fuggire nei soliti meccanismi? E quali invece mi aprono e mi fanno affrontare sinceramente qualsiasi situazione?

 

3) Mi va di scegliere la Parte Migliore di me, coinvolta, intensa? O quella più irrisolta, pigra, viziata? Quali attività pertanto mi impigriscono? E quali altre invece mi fanno evolvere?

 

4) E cosa preferisco? Dedicarmi a pratiche per svegliarmi bene che siano corporee-emotive e di salute e benessere?
Oppure a pensieri, pre-occupazioni, soluzioni di problemi? Che mi riportino alle solite difficoltà, che ormai so che non si risolveranno se le penso e ci ragiono soltanto sopra?

 

E’ sufficiente porsi queste domande per 1 mese.

E poi diventa una sana abitudine.

A scegliere che cosa ci fa stare dal lato del benessere.

 

1 Mese solo e la nostra nuova vita sarà già realtà.

2 thoughts on “Leggerezza Profonda: 28. E’ calda o Fredda la Mia Energia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.