Le Prime Esperienze per l’Accettazione Incondizionata

(Questo Articolo è la continuazione de L’accettazione Risolve il Più Grande Problema degli Esseri Umani).

Di nuovo, come abbiamo visto nei primi 5 passi nel mondo dell’Accettazione Incondizionata, occorre leggere, compilare le risposte e ritornare qui per completare la tappa del cammino di consapevolezza, per seguire i punti qui riportati, dal 6 al 10 dell’Accettazione Incondizionata.

Come abbiamo scritto ne Il Magico Mondo dell’Accettazione, a questo punto:

Dispiegare di nuovo le ali.
E’ come reimparare a volare. Pronti di nuovo a rituffarsi nella gioia dell’intensità.
Infatti l’Accettazione non è che il primo punto della trasformazione di se stessi. Il secondo è proprio quello della Legge dell’intensità che dice: Conta Solo l’Intensità. E anche qui ci saranno decine di auto interrogazioni da attraversare.
Ma prima, doverosamente, l’accettazione. Poiché, senza accoglienza consapevole, incondizionata appunto, nulla sarebbe davvero profondo e incisivo.

L’accettazione è la casa sicura
La casa che non abbiamo avuto.
Chi in un modo chi in un altro. E che oggi però possiamo vivere solo dentro di noi. Questo è uno dei segreti principali dell’accettazione. Accogliti e non rifiutare più né la tua vita in toto né tutto ciò che ti capita. Perché non è nella soluzione alla smania, che troverai pace. Bensì nella direzione opposta: è nella comprensione della smania dentro di te, che troverai il suo scioglimento”.

Quindi impariamo ad ascoltare il corpo e emozioni, soprattutto attraverso le sessioni di esercizi di Bioenergetica.

6. Ascolto. Conta solo l’ascolto.

L’Accettazione è nel Corpo. Non ci può essere Accettazione Incondizionata, reale e profonda, se non c’è corpo. Perché il corpo è l’elemento più soggetto alle leggi di natura, e l’accettazione è nelle leggi di natura. Fare le classi di Bioenergetica è la strada meditativa-corporea più scatenante dell’accettazione che abbiamo a disposizione. E quindi del benessere qui e ora, ripetibile quando vogliamo.

Far funzionare il cervello alle onde cerebrali alfa, del sonno, restando svegli. E poterci sentire vivi, vivissimi, ci stravolge l’esistenza.

Questo è l’obiettivo di una classe di bioenergetica. Solo 1 ora e mezza alla settimana per entrare dalla via maestra nell’accettazione, accoglienza, apertura con se stessi.

Che cosa sono le sessioni di esercizi: https://www.blogdigiovanni.it/gli-obiettivi-delle-classi-di-bioenergetica/

Scrivici e informati su come partecipare alle sessioni da ogni parte del mondo.
Ti cambia letteralmente la vita. E

Ciò ci porta direttamente al punto successivo:

7. L’Accettazione è il segreto del Benessere a priori, senza doverlo più raggiungere, o aspettare o rimandare.

Si può star bene senza accettare?
Naa, come dicono nei film americani. Giammai.

Per cui, mettiti l’anima in pace e cerca di capire che cosa e come accettare.
Per tutti questi motivi l’accettazione è il primo passo, la prima canzone alla chitarra del benessere pieno e totale.
Ti induce a non limitarti più. Ti fa vedere la vita com’è.

Sempre dall’articolo Il Magico Mondo dell’accettazione:
L’accettazione ti fa vedere
L’accettazione ti fa vedere tutte le chimere a cui corri dietro, nessuna esclusa.
L’essenza dell’abbraccio profondo alla consapevolezza è la verità. Scopri, nel cammino su di te, che puoi solo accettare questioni da meno vere a più vere, da più superficiali a più profonde, da meno importanti a essenziali nella tua esistenza”.

E tale pulizia ti fa accettare che occorre fare qualcosa che abbia senso in sé, non più che rimandi a qualcosa d’altro.

Chi sta bene lo ha capito da tempo. Solo chi lo ha compreso lo ha realizzato. Se faccio l’azione A, per esempio studiare, occorre che mi piaccia in sé, o che me lo faccia paocere, se no è un’agonia, e ci sono infiniti modi di rivisitare ciò che faccio per farmelo piacere e coinvolgermi.

Il problema che ti mette in evidenza l’accettazione in modo inesorabile è che non sai stare più nelle cose che ti circondano, tutto qui. E ti re-indirizza su come riuscire a goderti di nuovo ciò che fai, appieno.

Il gesto che compi è di per sé naturale, è soddisfacente in sé, non può rimandare ad un terzo stato.

L’Accettazione pulisce
Fa splendere il diamante che siamo. Agevola finalmente la scoperta del nostro potenziale. Lascia emergere. Lascia arrivare. Ha un valore inestimabile in questo senso. Ti induce ad andare. E senza fare niente di che. Nulla di clamoroso, bensì di molto naturale e felice in sé”.

8. In ogni istante della nostra vita, lo scopo recondito e inconscio che noi coltiviamo, è sempre realizzato al 100%. E così viceversa: tutto ciò che mi sta capitando, in realtà lo desidero in profondità.

Com’è possibile? Soprattutto quando si tratta di malattie e disagi?

Eppure. 
Parliamo di intenti profondi e delicati e oltremodo caratterizzanti.

Un altro caso ancora più drammatico:

Guarda che tu vuoi solo morire, vuoi morire sul serio, per toglierti da questa vita in cui senti da sempre solo il fallimento. E continui ad ammalarti proprio per realizzare i tuoi veri scopi, e non come tu credi, per una serie di sfortune continue.

E’ un caso reale, di una persona che aveva inconsciamente deciso di morire pur di uscire dalla sofferenza.
Una volta accettato tutto, la malattia ha cessato il suo senso ed è scomparsa.
Altra verità che ci disvela noi stessi. Quel che ti sta accadendo realizza sempre totalmente e precisamente al momento dato, ciò che desideri davvero.
Quindi sappilo soltanto. Se sei fallito, vuoi fallire, sei e rappresenti il fallimento che vuoi. Esatto. Prova a ripetere e ad acquisire la dinamica profonda: sei e rappresenti il successo o il fallimento che tu e solo tu vuoi rappresentare.

Mentre tu ti dici addirittura che sei schiavo delle circostanze… Pensa un po’…

Lo facciamo tutti. Rappresentiamo il successo o il fallimento che abbiamo dentro. Nel 100 per 100 dei casi. Oppure la ‘macchietta’ del successo, in misura del 3 o 4 su 10 del nostro potenziale. Una vita di accontentamenti.
Cerca di capire come e perché. E poi risorgi.
‘E poi risorgi’ è proprio lo stato d’animo disvelato e attento, memorabile e presente a se stessi, che sviluppiamo un attimo dopo aver accettato.

Ora l’esperienza consiste nello smettere la domanda “come posso uscire da questo problema, difficoltà, blocco, che continua a ripetersi”…

E assumere la domanda:

Perché io mi vado a cercare proprio ciò che mi accade e che dichiaro invece di voler risolvere?
Come lo faccio tecnicamente?
Qual è il beneficio?

In che senso nella mia vita io realizzo al 100% esattamente ciò che mi accade? Come lo sto facendo?

Procedere con tali domande, fino a quando non sia tutto chiaro.

Gli ultimi due passi di questa prima fase del cammino di accettazione:

9. Quattro Quadranti su: Problemi / Pensieri / Sensazioni / Benessere.

Come riportato nell’articolo:

Occorre fare l’esercizio dei 4 quadranti dell’accettazione. Avrai così uno strumento concreto di affermazione per il tuo benessere: stare sempre dal lato delle sensazioni del benessere e mai sul versante dei problemi. Provare per credere.

10. E in conclusione, sei pronto per affrontare le Leggi dell’Accettazione. 

Le leggi dell’Accettazione sono 4 conseguenze di una vita nell’accettazione. Rispondono alla domanda: se vivo accettando davvero, allora mi muovo secondo 4 principi, leggi del comportamento istanze sempre presenti:

  • Ciò che fuggo m’insegue.
  • Ciò che affronto si scioglie.
  • Ciò che alimento cresce.
  • Ciò che mi aspetto accade.

Approfondisci come cogliere il senso delle Leggi dell’Accettazione Incondizionata, nell’articolo dedicato.

Al termine di questa prima fase di accettazione, rileggi tutto il lavoro, sostentizzalo, portalo in terapia e scopri in che modo hai preso seriamente il cammino di accettazione.

Buona vita, che accetta finalmente se stessa.

(Questo Articolo è la continuazione de L’accettazione Risolve il Più Grande Problema degli Esseri Umani. Riparti dalle risposte a questo primo passo, se non lo hai fatto precedentemente.

Vai a:
Accettazione Incondizionata: Riepilogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.